ADDOME PIATTO E DIETA:SOLO ESTETICA OPPURE SALUTE?

Avere un addome piatto non si riduce solo ad un problema estetico ma può essere necessario migliorare la propria condizione fisica per ridurre il rischio cardiovascolare!!!


Rischio Cardiovascolare e Grasso Addominale

La circonferenza addominale è un parametro utilizzato per valutare il rischio cardiovascolare di un soggetto. La distribuzione di grasso sottocutaneo a livello addominale è infatti correlata all'aumento del grasso viscerale ed è proporzionale alla sua circonferenza esterna.

L'accumulo lipidico in sede viscerale, rappresenta un fattore di rischio indipendente per le patologie cardiovascolari, per il diabete e per la mortalità in genere.

In altre parole, a parità di grasso corporeo, avere la caratteristica pancia anziché una distribuzione omogenea del surplus adiposo si traduce in una minore speranza di vita.

Avere un addome piatto quindi non si riduce solo ad un problema estetico ma può essere necessario migliorare la propria condizione fisica per ridurre il rischio cardiovascolare!!!

 

La lotta per l'addome piatto per l’uomo si combatte su due fronti

  • 1) prevedendo una giusta alimentazione 

  • 2) con l'adeguato allenamento per il consumo delle calorie

 

Il successo è dato dal tempo: l'allenamento deve essere accompagnato da una corretta alimentazione e non bisogna scoraggiarsi se i risultati non sono immediati.

L'alimentazione va costruita in modo scientifico al fine di instaurare i presupposti biochimici e i ritmi ormonali circadiani che favoriscono l'eliminazione del grasso: lo scopo è arrivare ad un'ottimale equilibrio tra consumo calorico con esercizi adeguati e corretto apporto nutrizionale!

Ma come si può gestire un'alimentazione corretta? 

Per un addome curato e ben definito l’alimentazione dovrebbe ovviamente evitare i grassi in eccesso.

Per addominali scolpiti, quindi, vanno assunti molti alimenti considerati fat/free come frutta fresca e verdura di stagione (zucchine, spinaci, funghi, lattuga e broccoli), carne magra, soprattutto petto di pollo e/o tacchino; per le uova meglio assumere solo la parte dell’albume. Yogurt magro greco in una dieta pro-addominali è una presenza obbligatoria.

six-pack

Vanno poi tenuti alti i livelli di vitamine antiossidanti che provegono dalla frutta secca: Noci, mandorle non tostate non possono mancare; Molto utile anche l’avocado che può essere inserito come fonte di acidi grassi “buoni” in insalate e panini.

Analogamente i legumi, il pesce, la crusca e la farina d’avena sono alimneti ottimali per contenere le calorie ed avere a disposizione ottimi macronutrienti.

Pasta, pane e riso integrale sono consentiti, purché in piccole quantità. In generale, comunque, è importante fare molti piccoli pasti al giorno, evitando gli appesantimenti con le abbuffate di pranzo e cena.

Da evitare, alimenti calorici, grassi oltre a dolci, snack, bevande gassate e zuccherate e quantità eccessive di vino e birra; è importante bere molta acqua, almeno tre litri al giorno, in modo da assicurare al proprio corpo un buon livello di idratazione, introducendo alimenti a basso contenuto di sale e grassi, limitando i carboidrati.

Contattaci allo 0321412941 per effettuare una corretta valutazione del tuo stato corporeo e valutare il grasso viscerale e addominale in modo da costruire un profilo alimentare personalizzato sulla tua struttura fisica al fine di migliorare la tua condizione addominale e ridurre il tuo rischio cardiovascolare!


AMBULATORIO DI DERMATOLOGIA E MAPPATURA NEI
View

AMBULATORIO DI DERMATOLOGIA E MAPPATURA NEI

In collaborazione con la Dott.ssa Simona Ferri è attivo presso la nostra struttura il servizio di dermatologia clinica ed estetica

VISITA ENDOCRINOLOGICA CON AMBULATORIO PROBLEMI TIROIDEI
View

VISITA ENDOCRINOLOGICA CON AMBULATORIO PROBLEMI TIROIDEI

La visita endocrinologica consente di verificare la presenza o meno di patologie provocate da disfunzioni e malattie legate al cattivo funzionamento delle ghiandole endocrine, quelle che producono gli ormoni e li riversano direttamente nel sangue.

OTTOBRE 2018: PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA
View

OTTOBRE 2018: PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

Prevenire è meglio che curare, con l'ecografia è possibile identificare precocemente lesioni della ghiandola mammaria! OGGI SAPPIAMO CHE LA DIFFERENZA LA FA LA DIAGNOSI PRECOCE !